Virbac Italia

Consigli

Risultato 0 (0 Voti)

Come tagliare correttamente le unghie al tuo cane

Quando un cane è abituato a spostarsi molto, i suoi artigli di norma si consumano in maniera regolare. Quando non c’è grande mobilità, e magari ti capita di sentire le unghie grattare sul pavimento, ecco, è un ottimo segnale che indica essere arrivato il momento di tagliarle! In assenza dell’usura naturale, infatti, è opportuno tagliare le unghie del cane ogni due o tre settimane.

È importante iniziare a toccare e maneggiare gli artigli del tuo cane già quando è giovane, in modo che possa considerare quest’azione come normale. Le prime volte, non procedere direttamente con il taglio degli artigli, ma limitati a toccarli con decisione con il tagliaunghie e congratulati con l’animale se accetta questa procedura.È importante iniziare a toccare e maneggiare gli artigli del tuo cane già quando è giovane, in modo che possa considerare quest’azione come normale. Le prime volte, non procedere direttamente con il taglio degli artigli, ma limitati a toccarli con decisione con il tagliaunghie e congratulati con l’animale se accetta questa procedura.

ab82de052a11a4f32d553d5f77e60393c1c34b40.png

Consigli pratici per tagliare le unghie ai cani

Assicurati di aver acquistato un tagliaunghie specifico per i cani, e poi siediti a terra accanto al tuo animale domestico. A questo punto poggia una sua zampa sulle tue ginocchia e premi leggermente i cuscinetti in modo da far uscire completamente l’artiglio.

Il punto in cui procedere con il taglio si trova all’incirca 2 mm al di sopra del triangolo rosa che è visibile alla base dell’artiglio, la parte effettivamente “viva” dell’unghia: quando l’artiglio è chiaro, questo triangolino si distingue facilmente, quando invece è scuro, ecco che è il caso di illuminarlo con una torcia, in modo da riconoscere la sfumatura traslucida della parte morta dell’unghia.

Nel caso tu abbia qualche dubbio, puoi comunque premere leggermente il tagliaunghie sull’artiglio, come se fossi sul punto di tagliarlo. Se il tuo cane non si mostra riluttante, allora effettivamente puoi tagliare, se invece cerca di ritirare o spostare la zampa, prova in un punto più lontano dal triangolino. In ogni caso, per evitare problematiche. Conviene tagliare le unghie del cane in piccoli pezzi a partire dalle estremità, così da accorciarle gradualmente senza rischio di toccare l’area vitalizzata. Se durante questo processo vedi un puntino nero al centro dell’unghia, fermati! Ti stai avvicinando ad un vaso sanguigno.

 

Ricorda di tagliare le unghie del cane con un’angolazione di 45 gradi, con il lato affilato del tagliaunghie rivolto verso l’artiglio.

Come tagliare le unghie del cane se non vuole?

Se il tuo cane è agitato, è sempre meglio chiedere l’aiuto di qualcuno nel tenerlo fermo, prestando sempre attenzione a non stressarlo eccessivamente: c’è sempre il rischio di ferirlo in qualche modo o di essere morsi. Se l’operazione diventa esageratamente complessa, porta il tuo animale domestico dal veterinario o dal toelettatore, professionisti formati per questa procedura.

Ti stai chiedendo come tagliare le unghie del cane senza fargli male? Innanzitutto, non entrare nel panico se un’unghia inizia a sanguinare nonostante le precauzioni prese. Comprimi semplicemente l’artiglio con un panno imbevuto di acqua fredda per alcuni minuti, e fai attenzione a non rimuovere il coagulo quando ormai il flusso si è arrestato. È anche indicato utilizzare una garza con acqua ossigenata, o un prodotto specifico per l’arresto delle emorragie. Se ne hai modo, infine, applica una benda all’artiglio, così da mantenere la garza in posizione per un’ora o due.

Il cane ha quattro artigli a contatto con il suolo su ciascuna zampa, e un artiglio posto più in alto nella parte posteriore dell’arto, che non interagisce col terreno: si chiama ergot, e spesso è assente sulle zampe posteriori. Quando ti metti a tagliare le unghie al cane fai attenzione a considerare anche quella! Gli ergot che crescono incontrollatamente rischiano infatti di arricciarsi su se stessi e pungere la pelle del cane come farebbe un’unghia incarnita.

Vota per questo contenuto: 5 4 3 2 1