Virbac Italia

Patologie

Risultato 4 (8 Voti)

Come posso proteggere il mio cane dalla Leishmaniosi?

Analizziamo il fenomeno dal principio: cos’è la leishmaniosi canina?

La leishmaniosi del cane è una malattia infettiva e contagiosa causata dal parassita Leishmania Infantum. È una malattia cronica molto grave che provoca progressivi danni al cane. Nello specifico, è una zoonosi, cioè può essere trasmessa anche all’uomo.

Come si trasmette la leishmaniosi canina?

La leishmaniosi è trasmessa dalla puntura di piccoli insetti, i flebotomi (pappataci), che registrano il periodo dimaggiore attività, in Italia, da Maggio a Ottobre. Questi insetti sono molto simili alle zanzare, con cui condividono anche alcune caratteristiche. Durante il giorno si nascondono nelle fessure, nei condotti fognari, in generale in tutti gli spazi areati. Proliferano negli ambienti umidi e ricchi di detriti organici, che sono il nutrimento delle larve. Si muovono e agiscono al crepuscolo e durante le ore notturne, motivo per cui sono ancora più difficili da individuare.

Virbac-leishmaniosi-cane.JPG

Leishmaniosi del cane: quali sono i sintomi?

I sintomi della leishmaniosi del cane possono apparire singolarmente oppure in gruppo. I più comuni sono l’alopecia intorno a occhi, zampe e dorso e la dermatite secca esfoliativa. Successivamente, si può notare una serie di lesioni sulle orecchie, nella mucosa orale e nel naso, con la relativa epitassi. La perdita di peso è rapida ed evidente, come il sopraggiungere di dolori articolari, dell’uveite e una crescita rapida delle unghie. La leishmaniosi del cane conduce anche a sintomi peggiori, dal momento che danni maggiori coinvolgono gli organi interni, come ad esempio reni sofferenti che danno origine a condizioni come l’anoressia, il vomito, la diarrea, o ancora criticità neurologiche e coma uremico.

Come faccio a sapere se il mio cane ha contratto la leishmaniosi canina?

 

Quando si teme la leishmaniosi del cane ma vi è assenza di sintomi sospetti, è possibile togliersi ogni dubbio attraverso un semplice test: il
periodo di incubazione della leishmaniosi è infatti molto lungo e spesso i sintomi della malattia non sono subito evidenti. Questo significa che, prima di poter utilizzare il vaccino per la leishmaniosi, il tuo cane deve essere sottoposto ad alcuni esami che ne confermino la buona salute.

Chiedi al tuo veterinario di eseguire il test diagnostico: sarà sufficiente un piccolo prelievo di sangue per sapere, in soli 15 minuti, se il tuo cane è sano

 Virbac-leishmaniosi-cane.JPG Virbac-leishmaniosi-cane.JPG

 

Come faccio prevenire il contagio dalla leishmaniosi?

Il vaccino ha cambiato radicalmente l’approccio alla prevenzione della patologia.

Fino all’avvento di questa terapia, infatti, l’unica forma di protezione efficace per i cani era quella rivolta ad impedirne il contatto fisico con i flebotomi, tenendoli in casa durante l’alba e il tramonto (momenti di massima attività dei flebotomi) e utilizzando su di loro antiparassitari (spray, spot-on, collari repellenti o altro ancora). Queste accortezze non hanno però evitato la diffusione della malattia.

Il nuovo vaccino contro la leishmaniosi protegge invece il cane dall’interno: potenzia il sistema immunitario, rinforzandolo e riducendo così il rischio per il cane di contrarre la malattia.

Puoi chiedere al tuo veterinario tutte le informazioni sul nuovo vaccino contro la leishmaniosi del cane canina. Solo lui, infatti, conoscendo lo stile di vita tuo e del tuo cane, può raccomandarti la soluzione più adeguata per proteggerlo dalla malattia.

Leishmaniosi canina: Dott. Inglese

Vota per questo contenuto: 5 4 3 2 1

Prodotti correlati

Effitix - antiparassitario spot on per cani

Per saperne di più