Virbac Italia

Consigli

Risultato 5 (2 Voti)

Il mio gatto vive all’aperto: quali sono i parassiti più comuni?

Il mio gatto vive all’aperto: quali sono i parassiti più comuni?

All’aperto, i parassiti sono davvero dappertutto. Se il tuo gatto trascorre le giornate fuori casa è quindi molto probabile che entri in contatto ogni giorno con pulci, zecche, acari, uova o larve di parassiti ecc. Il rischio è ancora più alto quando il gatto frequenta altri conspecifici.

Il tuo veterinario è il migliore alleato per suggerire un protocollo per tenere sotto controllo i parassiti. La prevenzione deve essere pensata in modo specifico e su misura per l'ambiente in cui si muove il tuo gatto, per proteggere la sua salute... e la tua!

Pulci ma non solo…

Quando un gatto si muove fuori dall’ambiente domestico è notevolmente esposto alla contaminazione da pulci e non solo: tra i parassiti che possono minacciare il suo benessere ci sono gli acari. 

In questa famiglia, le zecche sono ben note, ma non sono le uniche.

Ci sono infatti anche gli acari dell’orecchio, responsabili della “scabbia dell’orecchio” che è causa frequente dell'otite esterna nei gatti e la contaminazione è spesso dovuta al contatto ravvicinato con un animale infestato.


In estate e in autunno i gatti possono essere disturbati anche da “acari pungitori” (Neotrumbicula automnalis o “acari del raccolto”): le larve di questi minuscoli parassiti si insediano in quelle parti del corpo del felino in cui la cute è più sottile ed irrorata di sangue. Quando i parassiti sono presenti in abbondanza, compare una specie di “polverina arancione” sulle orecchie, tra le dita e sull’addome del gatto.

parassiti-gatto-protezione-antiparassitari-1350x675_01.png

I più comuni vermi parassiti nei gatti

I gatti che cacciano e mangiano qualsiasi cosa sia disponibile attorno a noi possono ospitare molti parassiti.
Svariate specie sono comunemente presenti nel tratto digestivo dei gatti che vivono all’aperto:  su tutti nematodi e tenie… i gatti giovani sono solitamente quelli più infestati.

Quando l'infestazione è contenuta questi parassiti provocano pochi sintomi, ma possono comunque compromettere la digestione.
In aggiunta a questo, alcuni parassiti possono diventare pericolosi anche per l'uomo, quando quest’ultimo ne ingerisce accidentalmente le uova, rilasciate dal gatto sulle superfici casalinghe. 

Trattamenti annuali o semestrali non riducono a sufficienza il livello della contaminazione dell'ambiente e proprio per questo motivo, se il gatto trascorre la maggior parte del tempo all’aperto, viene raccomandato un trattamento mensile o quantomeno trimestrale. 

Parassiti monocellulari

 

I gatti che vivono all'aperto sono spesso contaminati da parassiti monocellulari (o protozoi). Coccidi e Giardia sono tra i  più comuni protozoi presenti nei gatti e possono provocare diarrea cronica. 

Gli antielmintici convenzionali non sono efficaci contro questi  parassiti, per questo quando il medico veterinario rileva questo tipo di infestazione solitamente prescrive un trattamento specifico.

---

Se il tuo gatto trascorre le sue giornate in giardino, sui prati o nei boschi, ti consigliamo di chiedere al tuo veterinario di eseguire  un esame  delle feci per scoprire quali parassiti possano essere presenti nel tuo gatto.

Vota per questo contenuto: 5 4 3 2 1