Virbac Italia

PATOLOGIE

Risultato 0 (0 Voti)

Anche il cane può soffrire di stress?

È possibile che il proprio cane stia attraversando un periodo particolarmente stressante?

Con la parola “stress” si intende una reazione di adattamento dell’organismo ad un cambiamento fisico o psichico. Oltre al fatto che i nostri amici a 4 zampe vivono a stretto contatto con noi, che spesso siamo i primi a soffrirne, sono anch’essi sottoposti a stress ogni volta che si verifica un cambiamento ambientale, come, per esempio, un nuovo membro in famiglia, un viaggio in macchina, una qualsiasi modifica della condizione a cui il pet era già abituato.

Quali sono i principali sintomi di stress nel cane?

I principali sintomi di stress nel cane sono: un nervosismo generalizzato, che comporta un’impossibilità a concentrarsi, prestare attenzione ed obbedire ai nostri comandi; un comportamento schivo, insolito nel nostro amico a 4 zampe o portato all’estremo; un’eccessiva paura degli altri cani, che lo porta a reagire in maniera eccessiva perché non in grado di gestire la situazione. Anche un continuo leccamento, che in alcuni casi estremi può arrivare all’automutilazione, come anche la manifestazione di episodi di epilessia, sono un sintomo di forte disagio nell’animale causato dallo stress.

Virbac-stress-cane.jpeg

Quali possono essere le cause più comuni dello stress nei cani?

Una delle cause principali di stress nel cane è proprio una cattiva socializzazione. Se non siamo stai in grado di insegnare al nostro animale come relazionarsi con il mondo e i soggetti esterni, il cane può soffrire di gravi problemi comportamentali e sviluppare di conseguenza paure bloccanti.

Spesso anche una brutta esperienza vissuta dal nostro amico a 4 zampe (un morso ricevuto da un altro animale, l’abbandono, la perdita di un familiare caro) può scatenare un caso di stress.

Ovviamente, anche l’assenza di fattori strettamente legati al suo benessere possono provocare stress, come, per esempio: passeggiate troppo brevi, il tenerlo incatenato in uno spazio ristretto, il non relazionarsi mai con altri animali.

Lo stress è quindi sinonimo di infelicità?

Lo stress fa sempre parte della vita. Se siamo in presenza di “eustress” (letteralmente: stress “buono”) fa molto bene alla salute perché insegna al cane ad affrontare situazioni che vanno in conflitto con il suo equilibrio psico-fisico e quindi diventa un grande maestro di vita. Il problema si presenta in caso di “distress” (stress “cattivo”) per cui l’animale non riesce a risolvere la situazione in nessun modo. Si rende conto che non serve combattere, non serve fuggire e non serve neppure rimanere passivi e, pertanto, non sa come affrontare il problema o la circostanza presentatagli.

Come aiutare il nostro cane in caso di stress?

Per avere il corretto ed efficace aiuto in questi casi è consigliabile rivolgersi al proprio veterinario in grado di fornire i giusti metodi e consigli.

In ogni modo, il saper comunicare con il proprio cane diventa fondamentale, incoraggiando sempre i suoi comportamenti positivi con premi in cibo, coccole e carezze. È molto importante non forzarlo mai davanti a situazioni in cui è palesemente in difficoltà ed avere pazienza senza alzare la voce o punirlo rigidamente. Anche il dedicargli il giusto tempo durante la propria giornata diventa fondamentale: passeggiare con lui almeno 30/60 minuti al giorno e farlo giocare o dedicargli attenzioni per altrettanti minuti aiutano a diminuire sensibilmente il suo livello di stress.

 

 

Vota per questo contenuto: 5 4 3 2 1

Farmaci correlati

Mangime complementare antistress per cani e gatti - Anxitane

Per saperne di più